Alluminio Multi-Tossicità

Alluminio Multi-tossicità
Alluminio Multi-tossicità
Alluminio Multi-tossicità

Alluminio multi-tossicità – La ricerca mostra che l’Alluminio è tossico su più livelli. È una neurotossina (Joshi, 1990; Shaw e Petrik, 2009; Walton, 2009; Tomljenovic, 2011), una genotossina (Lukiw, 2001), e un’immunotossina (Gherardi et al., 2001; et Israeli al., 2009; Batista-Duharte et al., 2011), oltre ad essere proossidante (Verstraeten et al.,1997; Exley, 2004a) e proinfiammatorio (Lukiw et al., 2005). Inoltre, è un disruptore endocrino (Agarwal et al, 1996;. Singla e Dhawan, 2011), deprime il metabolismo del glucosio (Joshi, 1990; Singla e Dhawan, 2011), e interferisce con molti altri processi cellulari essenziali, quali l’omeòstasi del calcio (Walton, 2012a), vari meccanismi ATP-dipendenti, sui recettori dei segnali di membrana e sulla funzione mitocondriale (Shafer et al., 1994; Tomljenovic, 2011).


Answers to Common – Misconceptions Regarding the Toxicity of Aluminum – Adjuvants in VaccinesExtracted by Chapter 4 of “Vaccines & Autoimmunity” by Yehuda Shoenfeld et al. – 2015

Lucija Tomljenovic (1) and Christopher A. Shaw (2)
1) Neural Dynamics Research Group, University of British Columbia, Vancouver, BC, Canada
2) Department of Ophthalmology and Visual Sciences, Program in Experimental – Medicine, Program in Neuroscience, University of British Columbia, Vancouver, BC, Canada

Alluminio Vaccinale e Patologie Immuni Demielinizzanti

Tossicità degli Adiuvanti Alluminio

Patologie Autoimmuni e Adiuvanti Alluminio

 

 

Tossicità dei Vaccini, Cervello e Sistema Immunitario

Componenti dei Vaccini
Componenti dei Vaccini
Componenti dei Vaccini

Complessivamente, queste osservazioni possono spiegare il perché la stimolazione periferica del sistema immunitario, mediante le frazioni batteriche e virali veicolate attraverso i vaccini, durante lo sviluppo precoce in modelli animali sia sufficiente per causare una varietà di esiti avversi sullo sviluppo, tra cui anomalie immunitarie a lungo termine, così come i sintomi sorprendentemente simili ai disturbi dello spettro autistico (ASD) [90-98]. Nonostante queste prove, le vaccinazioni che sono chiaramente degli “analoghi” naturali (vedi gli esempi citati di stimolazione del sistema immunitario periferico), vengono regolarmente destituite come una causa plausibile del crescente numero di alterazioni dello sviluppo neurologico e immunitario nei bambini.

Inoltre, i vaccini contengono una serie di sostanze tossiche conosciute, che possono agire come distruttori endocrini (mercurio, alluminio, polisorbato 80, rosso fenolo, fenossietanolo, formaldeide, MSG, vari antimicrobici, componenti cellulari di tessuti di scimmia, vitello, cellule e tessuti di feti abortiti, contaminanti come DNA ricombinante, agenti patogeni infettivi host-tessuto, ecc).

…Un ulteriore offuscamento del tasso effettivo di gravi disturbi neurologici associati alle vaccinazioni può anche essere dovuto all’inadeguatezza metodologica degli studi vaccinali esistenti (ad esempio, la frequente esclusione deli soggetti con suscettibilità alle reazioni avverse associate al vaccino) [12] potenziale preesistente, e a causa del fatto che la maggior parte di questi processi utilizzano un adiuvante contenente alluminio… [45]. Che l’alluminio possieda una neurotossicità è un fatto conosciuto da oltre 100 anni [46] e, in questo contesto, sta diventando chiaro a un certo numero di ricercatori che il suo uso come controllo con placebo è scientificamente insostenibile [45,47]….

Antigeni Combinati e Danni al Sistema Immunitario
Antigeni Combinati e Danni al Sistema Immunitario

Nonostante il peso esercitato da tali componenti dei vaccini potenzialmente tossici, tale evidenza è spesso rifiutata solo perché sono presenti solo in tracce [99.100], è importante notare che sono documentatissimi gli effetti a lungo termine delle influenze negative sui modelli animali…

(*) Lucija Tomljenovic, PhD Neural Dynamics Research Group, Dept. of Ophthalmology and Visual Sciences University of British Columbia.

La relazione in oggetto della Dott.ssa Lucija Tomljenovic è scaricabile da qui:

http://www.vaxchoicevt.com/wp-content/uploads/2012/04/Lucija-Tomljenovic-PhD-letter.pdf

Riportiamo anche l’imponente bibliografia peer-reviewed della stessa autrice e di altri autori con i quali è co-autrice online sulla “US National Library of Medicine National Institutes of Health”:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Lucija+Tomljenovic

Traduzione italiana: http://tinyurl.com/evidenze-tossicit-vaccini

[Traduzione. e adattamento di yellowbrain]

Sintomi dell’Autismo, Alluminio e Paracetamolo

Metabolismo del Paracetamolo
Alluminio autismo paracetamolo
Alluminio autismo paracetamolo

L’autismo è una condizione caratterizzata da abilità cognitive e sociali deteriorate, associata alla compromissione del sistema immunitario. L’incidenza è in allarmante in aumento e i fattori ambientali sono sempre più sospettati di svolgere un ruolo determinante. Questo documento è il risultato di un’analisi computazionale sui patterns linguistici condotta sul database del VAERS (Vaccine Adverse Events Reporting System) integrato da una revisione della letteratura medica.

 

I nostri risultati forniscono una forte evidenza a sostegno di un legame tra l’autismo e l’alluminio nei vaccini.

Metabolismo del Paracetamolo
Metabolismo del Paracetamolo

Una revisione della letteratura mostra la tossicità dell’alluminio sulla fisiologia umana come ulteriore supporto. Le citazioni dell’autismo nei VAERS sono aumentate costantemente, alla fine del secolo scorso, nel corso di un periodo in cui il mercurio è stato in fase di esaurimento, mentre l’impiego dell’ alluminio come adiuvante diventava sempre più importante.

Utilizzando le tecniche standard dei rapporti di verosimiglianza, sono stati identificati diversi segni e sintomi che sono significativamente più frequenti nei rapporti di eventi avversi da vaccino dopo il 2000, tra cui infiammazioni subcutanee, convulsioni, depressione, stanchezza, dolore, decessi, che sono anche significativamente associati alla somministrazione di vaccini contenenti alluminio.

Proponiamo che i bambini con diagnosi di autismo sono particolarmente vulnerabili ai metalli tossici come
l’alluminio e il mercurio a causa di insufficienti livelli sierici di solfato e glutatione. È stata osservata anche una forte
correlazione tra l’autismo e il vaccino MMR (morbillo, parotite, rosolia) che può essere in parte spiegata con una maggiore sensibilità verso il paracetamolo (acetoaminofene) somministrato per controllare la febbre.

Empirical Data Confirm Autism Symptoms Related to Aluminum and Acetaminophen Exposure

Pubblicazione originale: https://people.csail.mit.edu/seneff/Entropy/entropy-14-02227.pdf

Related: “Use of acetaminophen (paracetamol) during pregnancy and the risk of attention-deficit/hyperactivity disorder in the offspring.”

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27046315

[Traduzione e adattamento di yellowbrain]

Alluminio Tossicità nei Sistemi Biologici

Alluminio
Alluminio

Negli ultimi 200 anni, l’estrazione, la fusione e la raffinazione dell’alluminio in varie forme espone sempre di più le specie viventi a questo metallo. A causa della sua prevalenza nella crosta terrestre, prima della sua recente utilizzazione, è stato considerato come inerte e perciò innocuo. Tuttavia, l’alluminio è invariabilmente tossico per i sistemi viventi e non è mai stato conosciuto per esso un ruolo benefico nei sistemi biologici. Gli esseri umani sono sempre più esposti all’alluminio attraverso cibo, acqua, medicamenti, vaccini e cosmetici, nonché attraverso le esposizioni industriali.

L’alluminio interrompe i cicli biologici di autoregolazione, la trasduzione di energia, nonché i sistemi di feedback, aumentando così l’entropia dei sistemi biologici. L’alluminio interviene a livello della biofisica dell’acqua, l’interferenza procede attraverso le macromolecole che sono cruciali per i processi viventi (DNA, RNA, proteoglicani e proteine).

Sono danneggiate le cellule, i cicli energetici e materiali e i loro sottosistemi e può causare guasti catastrofici che terminano con la morte. L’alluminio forma dei complessi tossici con altri elementi, come il fluoro, e interagisce negativamente con mercurio, piombo, e glifosato. L’alluminio impatta negativamente il sistema nervoso centrale in tutte le specie che sono state studiate, compresi gli esseri umani.

A causa degli effetti globali dell’alluminio sulle dinamiche dell’acqua e dei sistemi biosemiotici, i disturbi del sistema nervoso centrale nell’uomo sono degli indicatori sensibili del’alluminio tossico a cui siamo esposti.

Durante l’ultimo decennio, studi sui modelli animali e sugli esseri umani hanno dimostrato che gli adiuvanti a base di alluminio sono di per sé causa di patologie autoimmuni e infiammatorie

Come indicato da Goldman e Miller in studi pubblicati nel 2011 e 2012, una forte correlazione tra i tassi di mortalità infantile e il numero di dosi di vaccini somministrati suggeriscono un impatto deleterio di esposizioni multiple ai loro componenti..

J Toxicol. 2014; 2014: 491316 – Published online 2014 Oct 2. doi: 10.1155/2014/491316 – Christopher A. Shaw, Stephanie Seneff, Stephen D. Kette, Lucija Tomljenovic, John W. Oller, Jr., and Robert M. Davidson.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4202242/

[Traduzione e adattamento di yellowbrain]

Vaccini e Vulnerabilità alla SIDS

SIDS ed Esavalente
SIDS ed Esavalente
SIDS ed Esavalente

Indagine di Matturri L, Del Corno G, Lavezzi AM1.“Lino Rossi” Research Center Department of Biomedical Surgical and Dental Sciences University of Milan, Italy.

 

“……..Noi ipotizziamo che i componenti vaccinali potrebbero avere un ruolo diretto innescando un esito fatale in bambini vulnerabili………..” (Matturri, Del Corno, Lavezzi)

 

Pubblicato su PubMed: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24083600

Infezioni da Bordetella Pertussis e SIDS

SIDS e Vaccino per la Pertosse
SIDS e Vaccino per la Pertosse

Questo lavoro scientifico (pubblicato su: “Future microbiology2013;8(8):1039-48) della Dott.ssa Darja Kanduc e del Dott. Giovanni Capone del Dipartimento di Bioscienze, Biotecnologie e Biofarmaceutica dell’Università degli Studi di Bari, evidenzia la base molecolare della relazione tra l’infezione da Bordetella Pertussis e la Sindrome della Morte Improvvisa in culla (SIDS).

Metodo: le proteine della Bordetella Pertussis sono state analizzate per sequenza aminoacidica su di un set di 67 proteine umane che, quando alterate, sono state associate alla Sindrome della Morte Improvvisa (SIDS).

Risultati: Più di 82.000 pentapeptidi sono condivisi tra le proteine della Bordetella Pertussis e gli antigeni della Sindrome della Morte Improvvisa (SIDS).

Conclusione: I risultati suggeriscono che un possibile legame tra l’infezione da Bordetella Pertussis e la Sindrome della Morte Improvvisa (SIDS) potrebbe essere rappresentato dalle potenziali reazioni immunologiche incrociate che si verificano tra le proteine della Bordetella P. e le proteine umane associate alla Sindrome della Morte Improvvisa (SIDS).

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23902149

http://autoimmunityreactions.org/sids-vaccinazione-esavalente/

http://autoimmunityreactions.org/peptidi-batterici-nel-proteoma-umano/

Vaccini HPB e Patologie Autoimmuni

[Aggiornamento del 21 Aprile 2017] – Quanto segue è la conclusione di due studiosi statunitensi:

“……Il nostro studio arriva alla conclusione che negli adulti la vaccinazione anti-epatite B è statisticamente correlata non solo all’insorgenza di neuropatia acuta, neurite, mielite, vasculite, trombocitopenia, malattie gastrointestinali, sclerosi multipla e artrite…in alcuni di questi pazienti i sintomi si cronicizzano anche per oltre un anno dopo la vaccinazione. Questo tipo di effetti collaterali cronici nell’adulto deve essere presentato al paziente che intende sottoporsi alla vaccinazione….”.

vaccinati e non vaccinati
vaccinati e non vaccinati

 

I disturbi neuromuscolari, compresa la Sclerosi Multipla, costituiscono il più grande gruppo di condizioni autoimmuni a cui è stato collegato il vaccino HBV (Geier e Geier, 2004, 2005, Ram e Shoenfeld, 2008, Salemi e D’Amelio, 2010, Stubgen, 2010, 2012) . Uno studio del 2004 che esamina rapporti negativi nel sistema di segnalazione avversa delle vaccinazioni (VAERS) e PubMed ha trovato diversi casi di disturbi neuromuscolari autoimmuni dopo il vaccino HBV, inclusi 130 casi di mielite, 100 di neurite ottica, 101 di GBS e 183 di MS (questo studio ha anche notato diversi altri casi di malattie autoimmuni non neuromuscolari) (Geier e Geier, 2004).

Se tutto ció accade nel corpo di soggetti adulti a causa del vaccino antiepatite….immaginate i danni che puó creare in quello dei neonati…(e l’azione combinata di più vaccini?)

Cfr [ Geier D.A., Geier M.R., Chronic adverse reactions associated with hepatitis B vaccination, “Ann Pharmacother” 2002 36: 1970-1. Geier M.R., Geier D.A., Zahalsky A.C., A review of hepatitis B vaccination, “Expert Opin Drug Saf” 2003,2 (2): 113-122.]

 

https://www.researchgate.net/publication/7558011_A_case-control_study_of_serious_autoimmune_adverse_events_following_hepatitis_B_immunization_Autoimmunity

Vaccino HBV e Patologie Autoimmuni

Vaccini, Infezioni e Alopecia Areata

Alopecia Areata
Alopecia Areata
Alopecia Areata

L’alopecia areata post vaccinica è una reazione autoimmune caratteristica dei soggetti ipersensibili ad ai componenti dei vaccini. Viene descritta ampiamente nel volume “Vaccines & Autoimmunity“. Nel capitolo 26 intitolato “Vaccines, Infections, and Alopecia Areata”, pagina 255, a cura di Yaron Zafrir, Sharon Baum, Nancy Agmon-Levin and Yehuda Shoenfeld. Il volume a cui ci si riferisce non è un libro commerciale ma un testo scientifico uscito nel 2015, frutto del lavoro ultratrentennale di Yehuda Shoenfeld et al. Considerato il “padre” dell’autoimmunologia e clinico ricercatore di rilevanza internazionale. Ci sono numerosissime patologie scatenate proprio dai vaccini e, in particolare, dai loro adiuvanti.

Mutazioni a Singolo Nucleotide e Predisposizioni

SNP - Mutazioni a Singolo Nucleotide
SNP - Mutazioni a Singolo Nucleotide
SNP – Mutazioni a Singolo Nucleotide

Se è vero, come è vero, che le SNP (mutazioni a singolo nucleotide) esistono e che “….possono aiutare a prevedere la risposta individuale a certi farmaci, la suscettibilità ai fattori ambientali quali tossine e il rischio di sviluppare particolari patologie…” COME MAI vengono sistematicamente ignorate dagli italici medici e pediatri? Nessuno di loro si è MAI posto il dubbio che tali polimorfismi SNP (oltre il 60% della popolazione umana ne è portatore secondo stime forse riduttive) facciano parte di un ecosistema complesso ed altamente strutturato che può essere messo fuori uso oltre che dalle tossine ambientali di origine industriale (come mai gli italmedioti non allarmano le famiglie su ciò che sta circolando dentro noi tutti a livello corporeo ed extra-corporeo?) anche da quelle presenti nei vaccini e in altre cose chiamate “farmaci”?

Come mai non vengono effettuati degli screening preventivi finalizzati ad accertare la positività alle SNP al fine di escludere dalle vaccinazioni i soggetti potenzialmente predisposti?

https://ghr.nlm.nih.gov/primer/genomicresearch/snp
Post correlato: https://www.facebook.com/davide.suraci.18/posts/1207192512625632